You are currently browsing the category archive for the ‘mostra’ category.


Domenica 24 maggio a Castel Mella incontro con Sara Pavan, fumettista friulana e anima di molte iniziative dedicate al mondo dell’autoproduzione (dalla sezione dedicata all’interno del Treviso Comic Book Festival all’interessante realtà editoriale Ernest virgola), che presenterà il suo libro Il potere sovversivo della carta, saggio sulle realtà indipendenti che popolano il panorama del fumetto italiano e, sostiene l’autrice, contribuiscono a “fertilizzare” il mondo del fumetto e renderlo sempre più un medium adulto e complesso. Durante l’incontro sarà anche possibile visitare la piccola mostra itinerante di libri autoprodotti che la Pavan sta portando in giro per l’Italia e che sarà esposta per l’occasione nella sala consiliare dove si svolgerà l’incontro.


Sara Pavan

SARA PAVAN (1981) fumettista, fondatrice del collettivo artistico Ernestvirgola, cura INKitchen, l’area autoproduzioni del Treviso Comic Book Festival, e la sezione videoanimazioni del Festival FMK di Cinemazero. Nel 2014 ha pubblicato con Agenzia X Il potere sovversivo della carta, libro di interviste ai protagonisti della scena indipendente e autoprodotta del fumetto italiano. Di recente è apparso su Internazionale (n° 1096) il suo fumetto Cartoline da Sacile, disegnato da Francesco Cattani.


Copertina Il potere sovversivo della carta

IL POTERE SOVVERSIVO DELLA CARTA

“L’autoproduzione di un fumetto è un’azione rivoltosa, la fanno donne e uomini con la passione per il cambiamento.” (dalla prefazione di Davide Toffolo)

Il potere sovversivo della carta, una raccolta di dodici interviste in forma narrativa sulla nuova scena del fumetto italiano indipendente e autoprodotto. Si tratta del primo libro in assoluto dedicato all’argomento. Racconta la scena del fumetto indipendente italiano attraverso le voci degli autori. Il volume inoltre è arricchito da un apparato di storie brevi e illustrazioni per presentare al meglio le figure dei dodici artisti intervistati: Zero Calcare, Tuono Pettinato, Andrea Bruno, Francesco Cattani, Roberto La Forgia, Alessandro Tota, MP5, Romina Pelagatti, Giulia Sagramola, Amanda Vähämäki, Alessandro Baronciani e Strane Dizioni.
Le esperienze dei fumettisti riportate in Il potere sovversivo della carta restituiscono le coordinate di una fitta rete di contatti – tra festival, collettivi di autori e circuiti alternativi – che attraversa mezza Europa con incursioni oltreoceano. Un movimento reso immediato e orizzontale dall’utilizzo del web che rimane però strumento e non diviene alternativa alla carta. Nonostante l’importanza di siti, blog, social network, vendite online e crowdfunding, è attorno all’amore per l’oggetto libro, sia esso stampato in semplici fotocopie o in raffinate serigrafie a tiratura limitata, che si concentrano tutti gli sforzi di queste personalità così diverse tra loro per temi, stili e percorsi formativi.

Il potere sovversivo della carta
dimostra come il settore dei fumetti sia uno dei pochi ambiti culturali in cui, in termini di pubblico o qualità di stampa, non sussiste un reale divario tra underground e mainstream. Ciò che cambia sono i contenuti, il modo di raccontare, il rapporto diretto con i lettori e la determinazione a creare dal foglio bianco un tessuto ipertestuale di segnali ribelli e una libera comunità senza confini.

SARA PAVAN presenta IL POTERE SOVVERSIVO DELLA CARTA
DOMENICA 24 maggio – ore 18.30
CASTEL MELLA c/o Sala consiliare
Piazza Unità d’Italia, 3


Advertisements

Ad avere l’onore e l’onere di inaugurare il festival quest’anno sarà Stefano Alghisi, fumettista bresciano appena uscito con un nuovo libro estremamente rock’n’roll, Il porto delle anime. Mercoledì 6 maggio si inaugurerà la mostra con le tavole originali, esposte a Brescia presso il ristorante vegetariano L’Arcobaleno. L’autore sarà presente per parlare del suo lavoro e dedicare le copie del libro.


Stefano Alghisi

STEFANO ALGHISI nasce a Manerbio nel 1970. Nel 1987 si diploma all’istituto d’arte Caravaggio di Brescia. Nel 1990 si iscrive alla Scuola del fumetto di Milano dove si diploma nel 1993. Nel 1995 pubblica Morrison hotel per la casa editrice Gammalibri. Dal 1997 al 2000 collabora con la rivista Bassa Fedeltà per la quale realizza illustrazioni e manifesti di concerti. Ha collaborato con fanzine e riviste italiane e americane: Puck, Lamette, L’age d’or, Tomb of horror, Inner space, Musica jazz… Nel 2010 pubblica Viva Basaglia, per la casa editrice Moretti e Vitali di Bergamo, ispirato alla figura del grande psichiatra Franco Basaglia. Dal 2010 insegna alla Scuola internazionale di comics di Brescia. Tiene laboratori di fumetto con adolescenti, persone disabili e pazienti psichiatrici.


Il porto delle anime

IL PORTO DELLE ANIME
Cramps, Gun club, Birthday party, Sigfrido Mantovani: quattro biografie rock’n roll
All’inizio degli anni ‘80 tre gruppi hanno rivoluzionato la scena musicale internazionale, riportando il rock’n’roll alle sue origini: suoni semplici e cattivi, testi crudi e provocatori, immaginario disturbante e politicamente scorretto. Si tratta dei Cramps di Lux Interior e Poison Ivy, precursori di un’estetica fatta di atmosfere da b-movie anni ‘50, dei Gun Club di Jeffrey Lee Pierce, con il loro punk blues cupo e introspettivo, e dei Birthday Party di un giovane e selvaggio Nick Cave, portavoce di un rock’n’roll di nuovo pericoloso, iconoclasta e viscerale. Tre storie a cui se ne aggiunge una, quella del musicista più punk di tutti: il cantastorie e venditore di lamette da barba Sigfrido Mantovani.


IL PORTO DELLE ANIME di STEFANO ALGHISI
Inaugurazione della mostra MERCOLEDÍ 6 MAGGIO – ore 19,00
BRESCIA c/o Ristorante vegetariano L’Arcobaleno, Via Luzzago 6b