You are currently browsing the tag archive for the ‘Francesco Barilli’ tag.

Venerdì 22 maggio a Roncadelle ospiteremo gli autori dell’inchiesta a fumetti Piazza della Loggia, Francesco Barilli e Matteo Fenoglio. L’incontro si terrà in Sala Consiliare alle ore 21.00.


FRANCESCO BARILLI È scrittore e mediattivista. Ha contribuito al libro Fausto e Iaio. Trent’anni dopo (Autori Vari, Costa & Nolan, 2008). Con Matteo Fenoglio ha scritto un breve saggio sull’uso del fumetto per raccontare le stragi di Piazza Fontana e Piazza della Loggia, pubblicato su Piazza Fontana 43 anni dopo. Le verità di cui abbiamo bisogno (a cura di Stefano Cardini, Mimesis Edizioni, 2012). È autore, con Sergio Sinigaglia, di La piuma e la montagna (Manifestolibri, 2008, introduzione di Giovanni De Luna e postfazione di Haidi Giuliani); con Checchino Antonini e Dario Rossi di Scuola Diaz: vergogna di Stato (Edizioni Alegre, 2009, introduzione di Massimo Carlotto). Ha realizzato, assieme ad Andrea Gentile e Matteo Fenoglio, un fumetto sul “caso Stamina” pubblicato su Wired Italia nel dicembre 2013. Per questo lavoro i tre autori hanno vinto il Premio Speciale per la “categoria politiche sanitarie”, nell’ambito del Premio Giornalistico indetto dall’Osservatorio Malattie Rare per il 2013/2014. È sceneggiatore di libri a fumetti: Piazza Fontana; Carlo Giuliani. Il ribelle di Genova; Piazza della Loggia (Volume 1 e 2).

MATTEO FENOGLIO Ha iniziato a scrivere e disegnare fumetti con l’etichetta indipendente Selfcomics. Ha partecipato alle antologie Resistenze, ZeroTolleranza (BeccoGiallo, 2007 e 2008) e Sherwood Comix (Nicola Pesce, 2009). Nel 2009 ha disegnato Piazza Fontana (BeccoGiallo) su testi di Francesco Barilli, per cui riceve il premio “Carlo Boscarato – Autore rivelazione dell’anno” al Treviso Comic Book Festival 2010. Sempre su testi di Barilli ha disegnato i due volumi del fumetto Piazza della Loggia (BeccoGiallo 2012 e 2014). Nel 2013 ha realizzato la copertina dell’ultimo cd di Alessio Lega, Malatesta. Ha pubblicato su diverse riviste e giornali tra cui Wired, l’Unità, “E” il mensile di Emergency e Mamma!. Il suo blog è vecchioblister.blogspot.it


piazza-della-loggia-vol-2PIAZZA DELLA LOGGIA Nella primavera 1974, una lunga serie di attentati destò grande preoccupazione a Brescia e nei paesi limitrofi, portando alla mobilitazione del comitato permanente antifascista e dei sindacati. Venne indetta una manifestazione per il 28 maggio, con comizio conclusivo in Piazza della Loggia. Alle 10 e 12, durante l’intervento del sindacalista Franco Castrezzati, l’esplosione di una bomba provocò 8 morti e oltre cento feriti. A quasi 38 anni di distanza nessuno è stato condannato per quella strage. Quattro istruttorie si sono concluse con l’assoluzione degli imputati. Il processo più recente si è svolto nel disinteresse dei media, terminando anch’esso in primo grado con altre assoluzioni, sentenza confermata in appello. Francesco Barilli e Matteo Fenoglio, già autori di Piazza Fontana, affrontano la strage di Brescia: se per la strage del 12 dicembre 1969 hanno scelto di isolare il fatto dal contesto di quegli anni, per sottolineare l’atrocità del giorno in cui l’Italia scoprì la violenza terroristica, per la strage del 28 maggio 1974 gli autori hanno scelto di inserire l’attentato nel quinquennio 1969/1974. Se Piazza Fontana è il punto di partenza di una fase storica, Piazza della Loggia ne è il terminale, sbocco tragico di un periodo in cui la strategia della tensione si è evoluta, adattandosi al mutare della situazione geopolitica interna e internazionale.


Francesco Barilli e Matteo Fenoglio
presentano Piazza della Loggia
22 maggio 2015 – 20.30
RONCADELLE c/o Sala consiliare


Piazza della Loggia

È con grande piacere che annunciamo che tra gli ospiti del festival ci saranno Francesco Barilli e Matteo Fenoglio, autori del libro Piazza della Loggia edito dalle  Edizioni BeccoGiallo. Vi diamo appuntamento venerdì 30 maggio 2014 a Palazzolo sull’Oglio per parlare con loro del libro e riflettere su quanto accaduto a quarant’anni dalla strage.

Dal sito dell’editore:
“Nella primavera 1974, una lunga serie di attentati destò grande preoccupazione a Brescia e nei paesi limitrofi, portando alla mobilitazione del comitato permanente antifascista e dei sindacati. Venne indetta una manifestazione per il 28 maggio, con comizio conclusivo in Piazza della Loggia. Alle 10 e 12, durante l’intervento del sindacalista Franco Castrezzati, l’esplosione di una bomba provocò 8 morti e oltre cento feriti. A quasi 38 anni di distanza nessuno è stato condannato per quella strage. Quattro istruttorie si sono concluse con l’assoluzione degli imputati. Il processo più recente si è svolto nel disinteresse dei media, terminando anch’esso in primo grado con altre assoluzioni, sentenza confermata in appello. Francesco Barilli e Matteo Fenoglio, già autori di Piazza Fontana, affrontano la strage di Brescia: se per la strage del 12 dicembre 1969 hanno scelto di isolare il fatto dal contesto di quegli anni, per sottolineare l’atrocità del giorno in cui l’Italia scoprì la violenza terroristica, per la strage del 28 maggio 1974 gli autori hanno scelto di inserire l’attentato nel quinquennio 1969/1974. Se Piazza Fontana è il punto di partenza di una fase storica, Piazza della Loggia ne è il terminale, sbocco tragico di un periodo in cui la strategia della tensione si è evoluta, adattandosi al mutare della situazione geopolitica interna e internazionale.”